Kayak in Sardegna, tre itinerari da nord a sud

0
10
views

Il modo migliore per scoprire gli angoli più belli del litorale sardo è a bordo di un kayak. A forza di braccia ma senza troppa fatica si esplorano grotte e spiagge da sogno, lungo una delle linee costiere più spettacolari d’Italia. Vediamo tre itinerari per godersi le splendide acque della Sardegna e i suoi meravigliosi paesaggi a bordo di una canoa.

Kayak in Sardegna, pagaiando di baia in baia

Grazie alla sua sostenibilità e all’uso di imbarcazioni inaffondabili, che garantiscono tranquillità anche a chi pratica questa attività per la prima volta, il sea kayak è diventato uno degli sport più praticati dagli amanti del mare e della natura.
Ed è proprio il modo migliore per esplorare le splendide acque della Sardegna, godendosi il mare in silenzio e in assoluta libertà.
È un’attività che si può tranquillamente svolgere in autonomia, ma vale la pena ricordare che l’assistenza di una guida può essere utile sia per scoprire gli angoli più belli del litorale sia per anticipare eventuali cambiamenti di venti e correnti che possono essere insidiosi anche sotto costa.

Dove fare kayak in Sardegna: pagaiando nel Parco Marino di Tavolara

Si parte dalla spiaggia di Cala Suaraccia, sul promontorio di Capo Coda Cavallo, per l’escursione nell’Area Marina Protetta di Tavolara – Punta Coda Cavallo che conduce alla scoperta di uno dei tratti di mare più belli e limpidi della costa sarda.
A bordo della canoa si pagaia tra piccole isole, spiagge appartate e grotte, godendosi le mille sfumature dell’acqua e il silenzio, interrotto solo dal verso degli uccelli marini. In questo tratto di mare non è raro fare piacevoli incontri con i delfini.
Le escursioni in kayak in questa zona possono comprendere soste per lo snorkeling, per osservare i pesci colorati, i polpi e le stelle marine che abitano i fondali. Oppure per rilassarsi sulla sabbia di qualche baia solitaria. Il top sono le uscite al tramonto.

Info utili, indirizzi e prezzi: a chi rivolgersi per fare kayak nel Parco Marino di Tavolara

Ecosport Sardinia organizza uscite guidate anche per gruppi e con kayak biposto nell’Area Marina Protetta Tavolara – Punta Coda Cavallo. Indirizzo: Olbia (Sassari), Via Piovene 8. Prezzi: da 40 € a persona escursione con guida di tre ore.
Leggi anche: Immersioni Sardegna. Area Marina Protetta Capo Carbonara

kayak in Sardegna lungo la costa orientale: Ogliastra da mare

La costa orientale della Sardegna è un susseguirsi di scorci spettacolari, con le alte pareti rocciose che si tuffano in mare e l’acqua color smeraldo che permette di godere della bellezza dei fondali anche stando seduti in canoa.
L’Ogliastra con i suoi paesaggi da far west, le rocce arse dal sole e i lunghi tratti totalmente deserti è una delle mete più gettonate della Sardegna per fare kayak.
Sono tante, infatti, le organizzazioni locali che propongono escursioni in questa zona dell’isola. Come quelle che partono da Marina di Cardedu e portano alle spiagge di Cea e Tancau o all’arenile di Coccorocci, con le scenografiche rocce rosse e la bella spiaggia di Melisenda, dominata dalla settecentesca Torre di San Giovanni di Sarrala.
Per i più sportivi e quelli che fanno sul serio, ci sono anche itinerari fino a 5 giorni con pernottamenti sulle spiagge più belle.

Kayak Ogliastra: info utili, indirizzi e prezzi

Cardedu Kayak ha la base principale in Ogliastra, ma propone escursioni in canoa in tutta la Sardegna, con itinerari notturni di più giorni.
Indirizzo: Cardedu (Nuoro), località Perda Rubia. Prezzi: da 35 € a persona per le escursioni in kayak di mezza giornata; da 280 € per gli itinerari da 3 a più giorni.
Leggi anche: Surf Sardegna: gli spot più belliKitesurf in Sardegna: i tre spot migliori dal capoluogo al nord

In kayak da Pula a Chia

Il Pinus Village di Santa Margherita di Pula è il punto di partenza delle escursioni in kayak che portano alla scoperta dei famosi grottini, le grotte senza nome che si aprono su questo tratto di costa, e di insenature quasi del tutto inaccessibili via terra.
Grazie al kayak ci si può avventurare all’interno per scoprire le fresche calette nascoste.
Uno spettacolo di rocce e mare che continua fino a Chia, dominata dall’imponente torre, e preceduta anch’essa da piccole baie deserte e con l’isolotto di Su Cardolino proprio di fronte.
Per raggiungere Chia in kayak bisogna scegliere una giornata senza correnti. È un po’ impegnativo ma regala un’esperienza indimenticabile.

Da Pula a Chia in kayak: info utili, indirizzi e prezzi

Sardeo Excursions organizza uscite in kayak nel Sud della Sardegna con partenze da Santa Margherita di Pula e da Marina Piccola a Cagliari. Indirizzo: Villa San Pietro (Cagliari), località Ardai. Prezzi: 50 € a persona per escursioni con guida di mezza giornata.
Forse ti interessa: Informazioni utili Sardegna: come arrivare e come muoversi
Foto di copertina: spiaggia di Cea, Ogliastra. Fonte foto: Cardedu Kayak


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.traveldreams.it/home/wp-content/themes/IonMag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.