Djerba, la perla del Mediterraneo

0
75
views

Tra le mete più note e ambite della Tunisia, che offre più di 1.300 km di coste affacciate sul Mar Mediterraneo, c’è senza dubbio Djerba, un’isola piatta e sabbiosa di 614 km² nel Golfo di Gabes, a sud della Tunisia, collegata con la terraferma da un ponte romano lungo 6 km.

A Djerba, sole, mare e relax

spiagge_DjerbaNel capoluogo Houmt Souk, si concentravano un tempo le attività commerciali dell’isola, che esportava frutta, olio, tessuti e vasellame.

Djerba gode di un clima caldo ma temperato dalla brezza marina. Offre ben 133 km di coste bagnate da acque cristalline e un interno fatto di campi di albicocchi, limoni, aranci, fichi, mandarini, uva, melograni, palme da dattero e ulivi che raggiungono anche i 3.000 anni.

La costa, piatta e sabbiosa, ha fondali che digradano dolcemente verso il largo, ideali per le famiglie con bambini. Tutti gli hotel e i villaggi turistici hanno la spiaggia privata e si trovano nella zona di nord est, tra Hachani e Teguermés, dove si aprono le spiagge più belle di Djerba, come Plage de Sidi Mahès e Plage de la Seguia.

Per chi invece non ama i lidi attrezzati, a circa 8 km dal capoluogo, si trova Plage des 5.000 Ans, bella, libera e selvaggia.

Imperdibile poi, l’Isola dei Fenicotteri, una lunga striscia di sabbia che si raggiunge dal porto in barca, caratterizzata dalla presenza di spiagge incontaminate, scelte in inverno dai fenicotteri rosa e da altre specie di uccelli migratori.

Oltre alle spiagge, vale sicuramente la pena una passeggiata nei vicoli del capoluogo Houmt Souk, una vivace cittadina di 70 mila abitanti, piena di vita e fascino, con stradine bianche, coloratissimi mercati e piazzette ombreggiate da buganvillea. Qui merita una visita la Jemaa Ettrouk, la moschea dei turchi eretta nel Settecento.

Un’altra tappa imperdibile a Houmt Souk è la possente fortezza Borj El Kebir, del XV secolo, dove nel 1560, il corsaro Dragut respinse gli invasori spagnoli.

Il secondo centro dell’isola di Djerba è Mìdoun, un villaggio nel cuore di una zona agricola, dove le donne indossano ancora il costume tradizionale, un velo di cotone con ampie strisce arancioni.

Girando per l’isola si incontrano vasti oliveti (circa 500mila piante spesso plurisecolari), e i cosiddetti menzels, grandi fattorie bianche simili a piccoli castelli. Di grande interesse anche Guellaia, villaggio famoso per il suo vasellame d’argilla grezza. Poi Mahboubine, caratteristico centro che sfoggia i più bei giardini e frutteti dell’isola.

Imperdibile anche Mellita, villaggio vicino all’aeroporto, dove si visita una delle più antiche moschee di Djerba, risalente al IX secolo, e infine El May, al centro dell’isola, che vanta una splendida moschea fortificata.

In questa pagina trovi le attività da fare a Djerba, dai tour guidati della città all’esplorazione dei dintorni con escursioni in cammello, a cavallo e in quad.

Leggi anche: Tozeur, viaggio in Tunisia



Booking.com

 


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.traveldreams.it/home/wp-content/themes/IonMag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.