Bergamo: un centro storico prezioso e nuove tecnologie per scoprire la città

pubblicato in: ITALIA, Lombardia | 0

porta-mura-bergamoUno scrigno medievale per secoli baluardo occidentale della Serenissima, detta in età moderna la “Città dei Mille”, patria di numerosi eroi dell’Unità d’Italia e decorata con la medaglia d’oro come “benemerita del Risorgimento nazionale”. Bergamo, città dai pregevoli monumenti, da Piazza Vecchia con il Palazzo della Ragione, la Torre Civica (detta il Campanone, con i cento rintocchi delle 22 che oggi servono a scoccare l’ora e un tempo ricordavano la chiusura delle porte della città), poi il Duomo, la Cappella Colleoni, e Santa Maria Maggiore. La città si staglia inconfondibile sulla collina attraendo visitatori da ogni parte del mondo. Vanta un patrimonio artistico di inestimabile valore.

[banner network=”adsense” size=”468X60″ type=”default” align=”alignleft” url=”2B5B99″]

E’ una delle cinque città italiane, insieme a Padova, Ferrara, Lucca e Grosseto, a vantare un nucleo storico racchiuso come uno scrigno tra Mura (in questo caso di origine veneziane), che hanno mantenuto intatto l’aspetto originario. Ci sono tre percorsi che permettono di scoprire la città lombarda e le sue tre anime: quella antica, quella moderna e quella verde, passando dalle vie dello shopping al centro monumentale, fino allo straordinario Parco dei Colli.

Bergamo_Piazza_VecchiaIl primo percorso, denominato “Le vie della storia”, conduce alla scoperta dei tesori nascosti tra le Mura e passa tra le viuzze della parte vecchia di Bergamo, tra piazze e antichi palazzi, musei con allestimenti tradizionali e innovativi, fino alle torri, dalle quali si gode di una vista spettacolare. Scendendo, si può invece seguire l’itinerario “Le vie del Tempo”, che attraversa Borgo Pignolo e Borgo San Leonardo, che racchiude le antiche strade di Bergamo bassa, disseminate di attività commerciali e negozi rinomati e sulle quali si affacciano palazzi nobiliari e chiese che custodiscono opere di grandi artisti, quali Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni. Senza dimenticare l’accademia Carrara e la GAMeC. Infine, gli amanti della natura possono seguire l’itinerario “Le vie del verde”, che porta all’interno del Parco dei Colli, punteggiato da ville storiche e antichi nuclei rurali. Il percorso conduce a punti estremamente panoramici come il Castello di San Vigilio e a passeggiare per sentieri e scalette che portano alla splendida vallata in cui si trova l’ex Monastero di Astino.

E per scoprire a fondo le bellezze di questa splendida città, ci viene incontro anche la tecnologia. Con due app: Bergamo City Tour che aiuta a scoprire luoghi, tempi, distanze, curiosità e informazioni attraverso i tre itinerari descritti, e la seconda, Bergamo Kids, dedicata ai più piccoli, che diventano esploratori insieme ai genitori, in una sorta di caccia al tesoro divertente ed istruttiva, per godere di tutte le attrazioni bergamasche.

[banner network=”adsense” size=”336X280″ type=”default” align=”alignleft” url=”154E99″]

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest Plusone Linkedin Digg Delicious Reddit Stumbleupon Tumblr Posterous

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.