Come organizzare un viaggio negli Stati Uniti: documenti importanti

0
12
views

Vi state chiedendo come organizzare un viaggio negli Stati Uniti dopo gli inevitabili cambiamenti dovuti all’emergenza sanitaria? La paura del contagio da Coronavirus e le restrizioni determinate dai diversi Stati europei ed extraeuropei, hanno messo in ginocchio le aziende del settore turismo e le agenzie di viaggi già da marzo.

I turisti e i viaggiatori di tutto il mondo sono costretti a stare a casa e annullare i propri viaggi, tuttavia è possibile usufruire delle tante offerte disponibili online delle diverse compagnie aeree e prenotare un viaggio per il prossimo anno, o per il 2022, ad un costo molto basso.

Probabilmente si tornerà a viaggiare tra molti mesi e con alcune restrizioni, tutti dobbiamo aspettare la fine dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia Coronavirus. Ogni paese provvederà ad instaurare nuove politiche e limiti legati a viaggi e spostamenti anche nel periodo post-emergenza.

Questo periodo di quarantena, però, può essere sfruttato per organizzare la prossima vacanza verso un paese estero come, ad esempio, gli Stati Uniti.

Organizzare un viaggio negli Stati Uniti durante la quarantena

Gli Stati Uniti sono composti da ben 50 Stati e da 325 milioni di abitanti, un paese enorme che offre un’ampia gamma di attrazioni da visitare, culture da conoscere, ambienti naturali ed urbanistici mozzafiato ed eventi invidiati da tutto il mondo.

Proprio per le sue grandi dimensioni è necessario pianificare mesi prima il proprio viaggio. Per prima cosa, è importante conoscere tutti i documenti da fare per poter entrare negli Stati Uniti e, successivamente, è importante conoscere i luoghi e stilare una lista giornaliera di cose da fare sul posto.

1. Fare un’assicurazione di viaggio

Prepararsi in anticipo significa anche ricorrere a polizze viaggio che ti consentano di partire per gli Stati Uniti con tutta la serenità possibile. L’assicurazione sanitaria è fondamentale perché ogni singola visita medica è a pagamento ed è costosa.

Molti ospedali non accettano pazienti senza assicurazione medica e non eseguono nessuna attività sanitaria in favore di chi ne è sprovvisto, dal ricovero alle operazioni.
AIG, leader nel settore delle assicurazioni, fornisce assistenza medica in viaggio, rimborso in caso di smarrimento, furto o danneggiamento del bagaglio e degli effetti personali ed altri garanzie per un’assicurazione viaggio su misura per ogni tipo di viaggiatore.

2. organizzare un viaggio negli Stati Uniti: ottenere l’ESTA

Per organizzare un viaggio negli Stati Uniti è obbligatorio ottenere l’ESTA, l’Electronic System for Travel Authorization, che permette di viaggiare nel paese per 3 mesi, in un anno, come turista e non come lavoratore.

L’ESTA è un documento che si può richiedere online e costa circa 14 dollari. È necessario ottenerlo prima dell’imbarco, quindi, si consiglia di richiederlo qualche settimana prima della partenza.

Tuttavia, questo documento non sostituisce il passaporto. Quest’ultimo, infatti, deve avere una validità di almeno 6 mesi dalla data dell’imbarco.

Cosa visitare negli Stati Uniti

Si consiglia di visitare gli Stati Uniti durante la primavera o l’autunno, i periodi migliori per poter girare l’intero Paese e non sentire troppo caldo o troppo freddo.

Tuttavia, chi vuole visitare esclusivamente New York, può prenotare la propria vacanza e passare le feste di Natale e Capodanno nella grande metropoli, per vivere emozioni uniche e indimenticabili.

Di I, Luca Galuzzi, CC BY-SA 2.5,

Tra le diverse attrazioni e ambienti naturalistici che offre il Paese, i meravigliosi Parchi Nazionali sparsi su tutto il territorio, sono ideali per diverse attività, come trekking, escursioni, mountain bike e tanto altro.

Da non perdere le Cascate del Niagara e il Grand Canyon.
Per visitare l’intero Paese è necessario organizzare un viaggio di almeno uno o due mesi, oppure è possibile scegliere un solo Stato e visitarlo in due settimane.

La California offre diverse possibilità per pianificare un viaggio on the road, grazie alle numerose strade che la collegano con i paesi vicini, come il Nevada e l’Arizona.

Gli amanti del coast to coast, invece, possono seguire un itinerario che include Miami, San Francisco, la famosa Route 66, Chicago e Santa Monica.
Leggi anche: Nella Valle della Morte


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.traveldreams.it/home/wp-content/themes/IonMag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.